Noleggio Lungo Termine vs “Noleggio” targa straniera

luglio 17th, 2015 | Posted by Alessandro Borrelli in Auto | Il Noleggio a Lungo Termine

Noleggio a Lungo Termine targa straniera

La circolazione di auto con targa straniera in Italia è un fenomeno sempre più frequente. Con il disegno di legge 1512 (in fase di approvazione) il governo italiano ha cercato di porre rimedio ad una situazione di “laissez faire” che si è venuta a creare nel nostro Paese, stabilendo che, entro un anno dal trasferimento effettivo della vettura straniera ad un soggetto con residenza in Italia, il veicolo dovrà essere immatricolato con  targa italiana pena il sequestro dello stesso. Sempre più persone infatti approfittano della targa straniera  per evitare multe e  pagamento del bollo. 

Spesso si confronta questa forma alternativa con il classico servizio di Noleggio a Lungo Termine offerto dalla nostra azienda ma le differenze sono tante e ci preme in questa sede metterle in risalto.

In primis, già la denominazione utilizzata per indicare il servizio non è esatta.
Più che di Noleggio con targa straniera si dovrebbe parlare di Leasing con servizi. Non tutti sanno che in realtà si tratta di vetture vendute ai clienti con strumenti finanziari standard (leasing o finanziamento) arricchiti da alcuni servizi assicurativi e manutentivi, con tutti gli oneri annessi di un’esposizione bancaria non previsti invece nel Noleggio Lungo Termine puro.

I due prodotti sono agli antipodi anche per quanto concerne le aziende fornitrici.
Il contratto di noleggio prevede una società che concede il bene/servizio (locatore) ed il locatario ovvero colui che usufruisce del servizio. Nel caso di vetture con targa straniera, i fornitori sono di solito piccole società con sede legale all’estero ma operanti di fatto in Italia con capitali sociali limitatissimi ed un altissimo rischio di fallimento. Le conseguenze più evidenti di quanto appena descritto sono 2. Innanzitutto la qualità dei servizi offerti non è delle migliori, in  fondo si tratta  di  piccole società che non sono  in grado  di garantire alti standard qualitativi. In secondo luogo, l’ elevata percentuale di fallimenti rende molto probabile la perdita da parte degli utilizzatori dei servizi che avevano già pagato. Nel caso del Noleggio Auto Lungo Termine puro ci si affida invece a società internazionali con sedi di solito  in tutto il mondo e con capitali sociali di svariati milioni di euro, attente alla propria clientela ed in grado di offrire servizi di livello molto alto

La terza differenza fondamentale risiede nel rischio molto fondato di un accertamento fiscale rivolto agli utilizzatori di questi veicoli con targa straniera che dovranno dimostrare alle autorità competenti italiane come siano stati in gradi di acquistare/noleggiare questi veicoli. Negli ultimi mesi si sono infatti moltiplicati gli interventi della guardia di finanza per porre rimedio a questo fenomeno al limite della legalità.

In conclusione non si ravvede il motivo per cui un’azienda italiana dovrebbe utilizzare veicoli con targa estera affidandosi a società sconosciute e decisamente poco affidabili dal punto di vista finanziario, rischiando capitali importanti per guidare auto che potrebbero in futuro essere sequestrate in modo definitivo.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 You can leave a response, or trackback.

4 Responses

  • Francesco says:

    Vorrei maggiori informazioni Grazie

  • Alberto says:

    E’ possibile per un privato cittadino italiano e residente in Italia, guidare una autovettura con noleggio effettivo a lungo termine con una società di noleggio Bulgara?
    Grazie è cordiali saluti.

  • STEFANO says:

    Buonasera, sono un consulente per una societa’ tedesca che opera in Italia:, è possibile ottenere un noleggio a lungo termine intestato alla societa’ estera,con targa italiana?
    Attendo un Vs. riscontro

  • Gianni Lote says:

    Buongiorno ai lettori,
    espongo il quesito;

    sono residente e cittadino Italiano, ma per circa 4 mesi/anno domicilio in Francia (casa di proprietà), uso da tre anni una utilitaria a noleggio con targa Francese “LOA 48mesi”;

    la polizia italiana, mi contesta, in base art. 132 c1,
    in vigore dal 2015 che permette la guida di un veicolo straniero su territorio italiano solo per un anno dalla immatricolazione, poi deve essere immatricolato in Italia; per questo mi fanno il verbale che ho dovuto pagare SUBITO con il rischio del sequestro dell’auto.
    A cosa serve l’Europa ?
    Tutto in Italia fa ridere, hanno fatto questa legge in quanto i cittadini con targa straniera evadono il bollo! (ovvero TASSA DI PROPRIETA’, ma io non sono proprietario!).

    Ho letto e riletto detto articolo del CdS. ma non vedo il caso specifico (non comprende ne esclude il noleggio).

    Sarei grate se qualche saggio, potesse aiutarmi;
    non credo di essere l’unico in questa situazione.

    Anticipatamente ringrazio, j.Lote



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *